acquaneralonganesi

E’ un mattino di pioggia gelida, che cade di traverso e taglia la faccia, quello in cui Fortuna torna a casa. Sono passati dieci anni dall’ultima volta, ma Roccachiara è rimasto uguale a un tempo: un paesino abbarbicato alle montagne e a precipizio su un lago, le cui acque sembrano inghiottire la luce del sole.
Fortuna pensava di essere riuscita a scappare, di aver lasciato finalmente il passato alle spalle, spezzato i legami con ciò che resta della sua famiglia per rinascere a nuova vita, lontano. Ma nessun segreto può resistere all’erosione dell’acqua nera del lago. A richiamarla a Roccachiara è un ritrovamento, nel profondo del bosco, che potrebbe spiegare l’improvvisa scomparsa della sua migliore amica, Luce. O forse, a costringerla a quel ritorno, è la forza invisibile che ha sempre unito la sua famiglia: tre generazioni di donne tenaci e coraggiose, ognuna a suo modo. E forse, questa volta, è giunta l’ora che Fortuna dipani i segreti nascosti nella storia della sua famiglia. Forse è ora che capisca qual è la natura di quella forza invisibile, per riuscire a darle un nome. Sperando che si chiami amore.

Cari lettori,

sono tornato con una nuova recensione su un libro che ho letto: “Acquanera” di Valentina D’Urbano. Prima di iniziare devo dire che l’autrice di questo libro è una scrittrice bravissima, che ti riesce a prendere, ad emozionare e a farti piangere quando nel libro muore qualcuno. Ogni volta che leggo i suoi libri entro letteralmente nella storia, mi sento protagonista della vita che conducono i personaggi e sento questi come se fossero la mia famiglia. Ho letto tre suoi libri e ogni volta mi sento preso e coinvolto nella vicenda raccontata.
Acquanera parla di tre donne, di tre generazioni, legate da un segreto. Questo libro spazia dalla magia a una storia di una forte amicizia. Racconta dell’emarginazione della gente difronte al “diverso”, cosa che accade ancora oggi. Di come la gente è spietata, perché ha paura dell'”anormale”. Ma difronte a questa difficoltà Fortuna, la protagonista del libro e colei che narra la storia, riesce a farsi un’amica, Luce. Diventano grandissime amiche, sono molto legate, ma la paura che questo segreto venisse rivelato la spinge a fare qualcosa di brutto…
Questo libro è stato molto affascinante e misterioso, il genere che mi piace molto. A prima vista il libro sembra parlare di magia, ma dopo andando sempre più avanti si evincono molte altre tematiche, alcune molto forti, come l’emarginazione e l’amicizia. Come libro l’ho trovato molto appassionante, mi è piaciuta molto la sua struttura come all’inizio parla del ritorno di Fortuna in paese, poi continua con la storia della nonna, Elsa, poi ancora della madre, Onda, fino ad arrivare alla sua e alla sua forte amicizia con Luce. Il finale è stato molto inaspettato e commuovente. Purtroppo non posso andare oltre, perché rischierei di spoilerare il finale.
Così lascio a voi decidere se leggerlo o meno. E se l’avete letto e volete condividere con me le vostre impressioni fatelo pure. Scrivetemi al mio indirizzo email: francescomassaro15@gmail.com
Io vi lascio con una delle tantissime citazioni del libro che mi ha colpito maggiormente.
Vi abbraccio
Fra ❤

“dimenticare è meglio che avere un brutto ricordo”

“…l’amore ti sembra più forte quando non lo possiedi…..Niente è per sempre. Neanche tu sei stata per sempre.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...